Laboratorio “Un, due, tre… stella”

Laboratorio per lo sviluppo armonico degli aspetti emotivi e cognitivi dei bambini

CENTROGEODE_Laboratorio-un-due-tre-stellaChi di noi non conosce l’antico gioco di “Un, due, tre… stella”?

Ci vogliono almeno tre bambini ma più compagni ci sono e più il gioco diventa coinvolgente e il confronto con i compagni diventa una sfida attraente.

“Chi sta sotto”, ossia chi occupa l’ambito posto del comando, conta fino a tre e poi si gira (e la tentazione di girarsi prima per cogliere qualche compagno in movimento è molto forte); i bambini devono frasi trovare immobili, stare fermi non è facile. Non ci sono scuse, bisogna concentrarsi e aspettare, non ci si può permettere di distrarsi. Il desiderio di conquistare il muro aiuta, sostiene, motiva i bambini nel loro sforzo di controllare i propri movimenti.
Desiderare di raggiungere un obiettivo aiuta anche a “farsi furbi” escogitando strategie ogni volta diverse: muoversi veloci e fermarsi all’ultimo momento, muoversi lentamente per evitare d’essere penalizzati. E poi ci sono le emozioni: la gioia della conquista, lo sconforto per essere stati penalizzati, il timore che qualche avversario possa superarci… e se le emozioni sono “troppe” sarà difficile concentrarsi, stare attenti, immobili, pensare a strategie vincenti! Infine non dimentichiamo l’importanza della presenza del gruppo, il confronto che nasce con i compagni, la competizione che può scaturire…. forse questo gioco non è così “semplice”. Come tanti altri giochi dell’infanzia, cela un ginepraio di competenze, capacità, abilità che, attraverso un’attività ludica, vengono rinforzate, sostenute, arricchite.

Modalità e scopi

Il corso è rivolto ai bambini e alle bambine del primo anno della scuola primaria

Con variegate proposte ludiche quali attività musicali (canti, filastrocche, giochi ritmici…), giochi di gruppo, attività motorie… il laboratorio, attraverso la cura per gli aspetti emotivi, sviluppa, sostiene, arricchisce capacità cognitive, percettive, motorie, linguistiche, competenze conosciute come “prerequisiti dell’apprendimento”. L’esperto presente si pone come mediatore degli stimoli offerti al bambino, crea un “contesto di esperienze d’apprendimento mediato” favorendo lo sviluppo, l’arricchimento di competenze.

La musica sarà costantemente presente attraverso l’improvvisazione al pianoforte calibrata sulle esigenze dei bambini. La musica improvvisata secondo specifiche regole dell’armonia, permette di sostenere l’emozione del bambino, valorizzare i suoi movimenti, rinforzare la capacità d’ascolto, creare una relazione di fiducia con il bambino in cui si sente accolto, ascoltato e valorizzato come persona unica e preziosa.

Conduttore: operatore qualificato con specializzazione in musicoterapia.

  • Frequenza: 1 volta alla settimana
  • Durata degli incontri: 1 ora
  • Numero degli incontri: minimo 8
  • Numero dei partecipanti: da concordare; orientativamente non più di 12 bambini
  • Luogo: presso la scuola richiedente o anche presso il Centro Geode, su richiesta

Chiedi maggiori informazioni