Laboratorio di psicomotricità “Il girotondo”

CENTROGEODE_Laboratorio-psicomotricita-il-girotondo_mag2017

Laboratori di psicomotricità nelle scuole dell’infanzia

L’attività psicomotoria sviluppa e favorisce la maturazione delle competenze relazionali, affettive, motorie e cognitive.

Muoversi, correre, saltare, rotolare, strisciare sono soltanto alcuni dei movimenti che i bambini compiono quotidianamente, in modo spontaneo; attività che fanno parte di numerosi giochi tipici dell’infanzia e che in sé racchiudono competenze che contribuiscono allo sviluppo del bambino. Attraverso il gioco e la gioia che ne scaturisce, il bambino impara.Trasformarsi in una tartaruga o in una gazzella, diventare un gigante o un nanetto, fare tanti salti alla corda… vuol dire sperimentare, attraverso il proprio corpo, concetti spaziali (alto, basso, sotto, sopra…), temporali (veloce, lento…) logici (di quantità, ordine, seriazione…), competenze che appartengono all’area dello sviluppo cognitivo.

L’attività psicomotoria nella scuola dell’infanzia è centrale:

Nel corso della prima infanzia motricità e psichismo sono strettamente collegati, fusi, non sono altro che due aspetti indissociabili del funzionamento di una stessa organizzazione.
Bascou L.Picq-P.Vayer

Il bambino è considerato nella sua globalità: corpo e mente sono tra loro profondamente interagenti. In questo senso, l’attività psicomotoria, grazie ad una profonda attenzione al bambino, sviluppa e favorisce la maturazione di competenze strettamente connesse tra loro: relazionali, affettive, motorie, cognitive.

Intrinseca all’attività psicomotoria è l’attenzione rivolta al bambino, al suo benessere, alla sua crescita armoniosa.

Modalità e scopi

Con giochi di ruolo, giochi simbolici, materiale psicomotorio (corde, palle, bastoni), pennarelli, tempere e stoffe i bambini e le bambine potranno sperimentare e conoscere lo schema corporeo, percepire la lateralità, orientarsi nello spazio, orientarsi nel tempo, sperimentare schemi motori statici e dinamici, rinforzare la fiducia in se stessi attraverso il mettersi in gioco, riuscire a collaborare con i compagni nei giochi di squadra, sviluppare competenze d’attenzione e d’ascolto.

  • Conduttore: personale qualificato con diploma di psicomotricista e neuropsicomotricista
  • Frequenza settimanale: 1 volta alla settimana
  • Durata degli incontri: 1 ora
  • Numero degli incontri: 8
  • Numero partecipanti: da concordare
  • Luogo: presso la scuola richiedente

Chiedi maggiori informazioni